Se tieni a qualcuno, prenditi cura del vostro rapporto!

“Quando tornai a casa quella sera, mentre mia moglie serviva la cena, le ho preso la mano e le ho detto che avevo qualcosa da dirle. Si è seduta e ha mangiato in silenzio. Ancora una volta ho osservato il dolore nei suoi occhi..

Improvvisamente non sapevo come aprire la bocca. Ma ho dovuto farle sapere che cosa stavo pensando. Io voglio il divorzio. Ho sollevato il tema con calma. Non sembrava infastidita dalle mie parole, però mi ha chiesto sottovoce: “Perché?”

Ho evitato la sua domanda. Questo la fece arrabbiare. Gettò le posate e mi urlò: “Non sei un uomo!”. Quella notte, non abbiamo parlato. Lei piangeva. Sapevo che voleva capire cosa era successo al nostro matrimonio. Ma non riuscivo a darle una risposta soddisfacente, ero innamorato di Jane. Io non l’amavo più. Mi faceva solo pena!

Con un profondo senso di colpa, misi insieme un accordo di divorzio, dichiarando che avrebbe potuto avere la nostra casa, la nostra macchina, e il 30% del capitale della mia azienda. Lei lo lesse e poi lo strappò. La donna che aveva trascorso dieci anni della sua vita con me era diventata un’estranea. Mi è dispiaciuto per il suo tempo, risorse ed energie sprecate ma non riuscivo a rimangiare quello che le avevo detto perchè amavo Jane così tanto. Infine cominciò a piangere, era quello che mi aspettavo. Per me il suo pianto era in realtà una sorta di liberazione. L’idea del divorzio che mi aveva ossessionato per diverse settimane sembrava essere più solida e più chiara adesso.

Il giorno dopo, sono tornato a casa molto tardi e l’ho trovata che scriveva qualcosa alla scrivania. Non ho cenato ma sono andato subito a letto e mi sono addormentato subito perché ero stanco dopo una giornata intensa con Jane. Quando mi sono svegliato, era ancora lì alla scrivania. Solo che non mi importava e mi sono riaddormentato.

In mattinata mi ha presentato le sue condizioni di divorzio: lei non voleva nulla da me, ma aveva bisogno di un mese di tempo prima del divorzio. Ha chiesto che in quel mese entrambi lottassimo per vivere una vita più normale possibile. Le sue ragioni erano semplicemente che nostro figlio aveva gli esami in quel mese e lei non voleva sconvolgerlo con il nostro matrimonio fallito.

Questa richiesta mi andava bene. Ma aveva una richiesta in più, mi chiese di ricordare come l’avevo portata in braccio dalla camera alla sala il giorno del nostro matrimonio. Ha richiesto che ogni giorno per la durata del mese la portassi in braccio della nostra camera da letto alla porta d’ingresso ogni mattina. Ho pensato che fosse diventata scema. O giusto per rendere i nostri ultimi giorni insieme sopportabili, ma ho accettato la sua richiesta strana.

Ho raccontato a Jane le relative condizioni di divorzio di mia moglie. Lei rise e pensò che fosse un’ assurdità. Non importa quali trucchi applica, dovrà affrontare il divorzio, disse con disprezzo.

Io e mia moglie non abbiamo avuto alcun contatto fisico dal momento della mia richiesta di divorzio esplicitamente espressa. Così, quando l’ho presa in braccio il primo giorno, ci siamo sentiti goffi. Nostro figlio applaudiva dietro di noi, babbo ha preso la mamma in braccio. Le sue parole mi hanno fatto sentire un profondo senso di dolore. Dalla camera da letto al salotto, poi verso la porta, ho camminato più di dieci metri con lei in braccio. Chiuse gli occhi e mi sussurrò: “Non dire niente a nostro figlio del divorzio”. Ho accennato di si con la testa, sentendomi un poco sconvolto. L’ho messa giù fuori dalla porta. Andò ad aspettare il pullman per andare al lavoro. Io, da solo, presi la macchina ed andai in ufficio.

Il secondo giorno, è stato molto più facile. Si appoggiò sul mio petto. Sentivo il profumo della sua camicetta. Mi sono reso conto che non avevo guardato con attenzione questa donna per lungo tempo. Ho capito che non era più giovane. C’erano delle piccole rughe sul suo viso, e aveva qualche capello grigio! Il nostro matrimonio l’aveva stressata molto. Per un attimo mi sono chiesto cosa le avevo fatto.

Il quarto giorno, quando l’ho sollevata, ho sentito il ritorno di un senso di intimità. Questa è stata la donna che aveva dato dieci anni della sua vita per me. Il quinto giorno e il sesto, mi sono reso conto che il nostro senso di intimità cresceva di nuovo. Non dissi niente a Jane. Diventava sempre più facile portarla in braccio man mano che il mese scivolava via. Forse l’allenamento di tutti i giorni mi rese più forte.

Una mattina stava scegliendo cosa indossare . Ha provato un bel paio di vestiti, ma non riusciva a trovarne uno adatto. Poi sospirò, tutti i miei vestiti sono troppo larghi. Improvvisamente mi sono reso conto che era diventata così magra, era il motivo per cui potevo portarla cosi facilmente.

Improvvisamente mi ha colpito … lei aveva seppellito tanto dolore e amarezza nel suo cuore. Inconsciamente allungai una mano e le toccai la testa.

Nostro figlio arrivò in quel momento e disse: babbo, è il momento di portare fuori la mamma. Per lui, vedere il padre portare sua madre fuori era diventata una parte essenziale della sua vita. Mia moglie fece un gesto a nostro figlio di avvicinarsi e lo abbracciò forte. Girai la testa perché avevo paura di cambiare idea a all’ultimo minuto. Poi la presi tra le braccia, camminando dalla camera da letto, attraverso il salotto, nel corridoio. La sua mano attorno al mio collo dolcemente e naturalmente. Ho tenuto il suo corpo stretto, era proprio come il nostro giorno di matrimonio.

Ma il suo peso molto più leggero mi rendeva triste. L’ultimo giorno, quando l’ho tenuta tra le braccia non riuscivo a muovere un passo. Nostro figlio era andato a scuola. L’ho tenuta stretta e le dissi: “Non avevo notato che alla nostra vita mancava intimità”. Vado in l’ufficio …. salto fuori dalla macchina velocemente senza bloccare la porta. Avevo paura che un attimo di ritardo potesse farmi cambiare idea … andai di sopra, Jane aprì la porta e le dissi: “Mi dispiace, Jane, non voglio più divorziare”.

Lei mi guardò, stupita, e poi mi toccò la fronte. “Hai la febbre?” disse. Tolsi la sua mano dalla mia testa. “Mi dispiace, Jane,” dissi, “non voglio divorziare”. Il mio matrimonio era diventato noioso probabilmente perché noi non abbiamo dato valore ai dettagli della nostra vita, non perché non ci amavamo più. Adesso mi rendo conto che da quando l’ho portata in casa mia dal primo giorno del nostro matrimonio, dovevo tenerla per tutta l’eternità. Jane sembrò svegliarsi all’improvviso. Mi diede uno schiaffo forte e poi sbattè la porta e scoppiò in lacrime. Scesi al piano di sotto e mi allontanai. Al negozio di fiori lungo la strada, ordinai un mazzo di fiori per mia moglie. La commessa mi chiese cosa scrivere nel biglietto. Sorrisi e dissi: “Ti porterò fuori ogni mattina per tutta l’eternità”.

Quella sera arrivai a casa, i fiori in mano, un sorriso sul mio viso, corsi su per le scale, solo per trovare mia moglie nel letto, morta. Mia moglie stava lottando contro il cancro per mesi e io ero così impegnato con Jane che non l’avevo neanche notato. Lei sapeva che sarebbe morta in poco tempo e voleva salvarmi dalla reazione negativa che avrebbe avuto nostro figlio, nel caso in cui fossi andato avanti con il divorzio.

– Almeno, agli occhi di nostro figlio sono un marito amorevole …

I piccoli dettagli della vostra vita sono ciò che contano davvero in una relazione. Non è la casa, l’auto, la proprietà, i soldi in banca. Questi creano un ambiente favorevole per la felicità, ma non possono mettere la felicità dentro di noi.

Quindi, trova il tempo per essere amico della tua sposa e fare quelle piccole cose uno per l’altro che costruisce l’intimità. Per avere un matrimonio veramente felice!

Molti persone che hanno divorziato non si sono resi conto di quanto fossero vicini al successo quando si sono arresi ….. “

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , | 16 commenti

Buon Natale?

AUGURO A TUTTI VOI BUONE FESTE!!!
IL MIO AUGURIO VI GIUNGE COL PUNTO INTERROGATIVO PER ALCUNI MOTIVI CHE GIA’ IMMAGINERETE..VISTO CIO’ CHE CI ATTENDE PER L’ ANNO A VENIRE!
SOPRAVVIVEREMO? ME LO AUGURO..
QUALCUNO FATICHERA’ MOLTISSIMO E POI, SPERIAMO SOLO IN BENE!
FIN’ ORA TANTE SON STATE LE “SORPRESE”, MOLTE NON LO SONO STATE POI TANTO..VISTO CHE CHI PAGA IN EFFETTI SIAMO SEMPRE E SOLO GLI STESSI!
PER CUI CORAGGIO..PERCHE’ PER IL NUOVO ANNO DOVREMO RINGRAZIARE PER LA DIETA FORZATA, PER GLI ACQUISTI MANCATI E QUINDI I SOLDI RISPARMIATI, CHE COSI’ RIUSCIREMO A DARE ALLO STATO! PER RIEMPIRE IL VUOTO CHE LORO HANNO LASCIATO..
SCUSATE, SCUSATEMI TANTO..VOLEVO FARE GLI AUGURI MA LA REALTA’ LA VINCE SU OGNI COSA E QUESTO E’ ANCHE UN MOTIVO PER CUI HO EVITATO DI SCRIVERE SU QUESTO MIO SPAZIO, PER EVITARVI UNO SFOGO IN AGGIUNTA A QUELLI CHE GIA’ SENTIRETE E A QUELLI CHE FARETE VOI STESSI!
CONCLUDO, PER DAVVERO!!,CERCANDO L’ OTTIMISMO CHE ANNI FA’ MI DISTINGUEVA DA MOLTE ALTRE PERSONE E CHE NEL CORSO DELLA MIA VITA STO PERDENDO PER VIA, E VI LASCIO UN MARE DI AUGURI!!
PERCHE’ NON VADA POI MALE COME CI ASPETTIAMO,
PERCHE’ ALLA FINE, MAGARI PROPRIO ALLO SCADERE DEL TEMPO SPUNTI FUORI LA FATINA E CI RISPARMI TANTE VICISSITUDINI E PATIMENTI, REGALANDOCI UN ANNO SERENO, ANCHE INASPETTATAMENTE, CHE QUESTE SON SORPRESE MICA DA INFARTO, QUINDI VAI PURE FOLLETTO DEI BOSCHI!
RENDI UN POCO GIOIOSI ANCHE NOI!

BUON NATALE A TUTTI, QUINDI

E PER IL NUOVO ANNO VI AUGURO

CHE I MAYA ABBIANO DA SCUSARSI PER LA GAFFE! 😛

Sabry

Pubblicato in Senza categoria | 11 commenti

Antò..fà caldo

Ciao a tutti tuttissimi!! E’ un pezzo che non scrivo, poco o nulla da dire, nessuna novità..non và alla grande, ma và..e già questa è una grande cosa! Visto il periodo.. 😉
La vita ci insegna ad accontentarci..e non è una cattiva scuola!
Cerco di sorridere, più che posso, dicono sia tutta salute e io la salute la voglio! Per me e per chi mi ama! Cosa vi posso raccontare..vediamo un pochino? Leggo, leggo parecchio! Che bello, è uno dei passatempi che adoro di più! Mare poco..ma ogni volta che possiamo ci scappiamo, Gaia ed io! Coccolo e mi lascio coccolare dalle poche vere amicizie, ultimamente più via web, grazie al cielo che stò web esiste! Perchè mi avvicina a persone lontane..che oltre tutto mai avrei incontrato! E a persone vicine con le quali non ci si riesce ad incrociare dal vivo! Quindi grazie pc!
Abbiamo una giornata dietro l’ altra con cieli splendidi e completamente liberi da nubi! Così meravigliosamente nitidi, che ci fanno dimenticare i problemi..quelli che si può, naturalmente! Ahahah..
Gaia fortunatamente, diversamente dallo scorso anno, non è stata ricoperta dai compiti per le vacanze! Anche se ora si ritrova con molte cose da finire, una di questa e una di quell’ altra materia..ma la voglia cala..in questi giorni poi non si farebbe nulla o quasi e mi ci metto pure io! Non sono di quei giorni che dormirei, questo no.. sono solo impigrita e non ho voglia di sudare continuamente! Mi porta allo stremo delle forze e mi infastidisce..quindi mantengo la calma e mi muovo come fossi un bradipo..che nessuno mi corre dietro e nessuno mi cerca! A volte è piacevole, altre fà sentire un po’ soli e trasparenti! Ma a tutto c’ è un limite, il mio l’ ho deciso da un po’ e fortunatamente non lo supero da tantissimo! Oltre ciò non vado, non mi abbatto più dietro alla delusione di una falsa o superficiale amicizia! “Non meriti la mia amicizia” mi dico e mi volto senza più tornare sui miei passi!
Ed è così, che tra una chiacchierata telefonica e una chattata, un sms e una e-mail..raramente un incontro..l’ estate stà passando! Sogno il fresco e i prossimi mesi, perchè attendo risposte che voglio con tutto il cuore che siano positive! Ma nel contempo temo il contrario, che tutto peggiori e allora mi dico “perchè dovrebbe passare più svelto di come già và, il tempo!”..vi capitano mai quei momenti che vi attacchereste con tutta la forza che avete alle lancette degli orologi per spingerle in avanti e con esse il tempo? O altre che non spostate il giorno sul datario illudendovi che così possa passare più lento? Ecco, sono in questi giorni qui..tra un giorno che vorrei volasse e quello dopo che vorrei si fermasse! Ahaha..che confusione amici miei.. E ora vi lascio con un forte abbraccio, a chi mi vuol bene che sò passerà a leggermi o per un saluto, anche veloce, chissà, vedremo!
Comunque meglio la trasparenza e quello che ho imparato che conta è:
MAI DAR NULLA PER SCONTATO..NEMMENO LA PRESENZA DI UN AMICO CHE DA SEMPRE C’ E’, MA POTREBBE CAPITARVI UN GIORNO DI GIRARVI AD ASPETTARLO E SCOPRIRE CHE NON C’ E’ PIU’! NON SAPERE DA QUANDO VI HA LASCIATO, PERCHE’ E’ DA TANTO CHE NON LO CERCATE PIU’ PERCHE’ “SAPETE” CHE TANTO E’ LI’..CURATE LE AMICIZIE A CUI TENETE.. COLTIVATELE E ABBIATENE CURA, SEMPRE!♥

  SABRY 

P.S. DIFFIDATE DELLE APPARENZE, LO TROVO UN OTTIMO SOTTOTITOLO!!! AHAHAH…

Pubblicato in Senza categoria | 8 commenti

Al mare nonostante tutto..compreso il tempo!

Ebbene si, il mal tempo non ci ha fatto cambiare idea..anche perchè non è che si capisse proprio bene bene..sapete quelle giornate che sono un po’ strane, il sole c’ è ma anche dei grossi e cattivi arrabbiati nuvoloni neri che si stagliano all’ orrizzonte e sembrano dire: ora arrivo e ti faccio vedere quanta pioggia contengo!! E intanto si avvicinavano! Ma Gaia ed io, disinteressandoci completamente della loro minaccia gli siamo praticamente andate incontro! Siamo arrivate al mare verso le 8:50..e la spiaggia, o quel che non era stato ripreso dalle onde, era tutta nostra! Poco dopo è arrivata una famiglia..ogni tanto qualcuno si soffermava a guardarci o guardare il mare..pochi altri si sono aggiunti a noi e per un paio di ore o poco meno siamo rimaste lì! Abbiamo camminato sul bagnasciuga..molto più “bagna” visto che il mare pareva imbronciato, forse sperava di restar solo, almeno per oggi..invece siamo state a fargli compagnia o forse a farlo arrabbiare ancora di più..ma si è vendicato e ogni tanto di sorpresa inviava qualche onda un po’ più grossa, per la felicità di Gaia! Verso le 10:30 abbiamo deciso di asciugarci, anche perchè il poco sole che all’ inizio ci scaldava, si è definitivamente nascosto dietro alle nubi sempre più minacciose.. E pensare che lo credevo felice della vittoria ottenuta..ce ne stavamo andando..invece si è messo a piovere..liberandosi del peso delle gocce di pioggia che contenevano da ore ed è stato come se triste ci salutasse..decidendo che non era più il caso di trattenerle!
Grazie natura..sei meravigliosa!

                    Sabry

Pubblicato in Senza categoria | 5 commenti

Apro e richiudo..

I miei passaggi su WP ormai sono ridotti a questo.. apro con l’ idea di scrivere due parole, qualcosa di sensato di carino di intelligente o di interessante, almeno un poco..e poi richiudo, che tanto non mi viene nulla in mente, se non le solite quattro cose..fà caldo, sono stanca e un po’ snervata..che vi interessa? Penso nulla, perchè ognuno di noi ha il suo “daffare”, o il suo caldo o comunque il suo modo di viverlo e conviverci..beh, vi manco io a sottolinearlo..Magari se ho un pò di tempo faccio un giro dagli amici..ormai sò chi è più assiduo e dove posso trovare novità..ma spesso leggo, mi diverto rattristo sorprendo..ma niente più, non scrivo nulla, perchè sento di non avere nulla da dire, nemmeno nei commenti.
Non sono triste, questo no..insomma non 24 ore su 24..ma non voglio passare il mio malumore a voi! E poi gli scoop, nemmeno quelli mi piace discutere o condividere, la vita mi sembra pesante, in giro le sciocchezze sono inesauribili e quando ti senti che il fondo è stato toccato, invece no..è solo l’ inizio degli scavi, si riesce a scendere ancora più in basso!
Mi è venuta voglia di scrivervi dopo che per l’ ennesima volta ho guardato la serie “Don Matteo” in tv..la stanno ritrasmettendo tutta, anzi, stanno ritrasmettendo tutte le serie..ma a me piace sempre guardarla, per la bontà che emana il Don, quel Don che sogno ormai da troppo e che mai arriverà.. dovrò forse cercarlo io in qualche landa sperduta dell’ Africa? Perchè non credo che nella realtà cittadina ne esistano di eguali..minimo se ne fregano delle loro pecorelle lasciando beatamente che si smarriscano..se mal ci và troviamo un pedofilo pervertito! E allora meglio starne lontani..
Ma lo sapevo che il tono diventava amaro e che meglio sarebbe stato se avessi aperto e richiuso..

Passate una buona estate..un abbraccio..Sabry

Pubblicato in Senza categoria | 10 commenti

Estate..ti amodio

E mi appresto all’ estate, stagione che apprezzo e detesto credo quasi a pari merito..
Detesto il caldo che ti fà sudare fino allo sfinimento..che ti appiccica i vestiti addosso..che ti toglie perfino il respiro..
Ma apprezzo il potersi vestire con poche cose, un top e un paio di pantaloncini..velocemente eccoti pronto per uscire o far quello che vuoi..
Detesto la delusione negli occhi di Gaia che vorrebbe passare tutte le ore libere al mare o chissà dove basta essere fuori..e detesto me stessa che non riesco a darle tutto quello che vorrei..che vorrebbe..
Apprezzo i momenti indimenticabili al mare, quando riusciamo ad alzarci presto e superando l’ ostacolo afa, traffico, parcheggio arriviamo in spiaggia..
Detesto trovare spiagge dove non c’ è la possibilità di cambiarsi, di levarsi di dosso i costumi bagnati..o un bagno, per rinfrescarsi, o la doccia per togliersi il più possibile del salino che ti brucia la pelle..
Apprezzo quando la spiaggia è al contrario omni comfort..e poi che ci vuole, una cabina, una doccia e un bagno..
Adoro anche solo l’ idea, di Gaia a casa con me per 3 mesi, ormai manca poco, ma come ho detto poco più su, temo si annoi, ora cresce e vorrà sempre di più, non è questo che mi dispiace, mi dispiace se mai non darglielo..
Detesto la mia pigrizia, detesto la mia svogliatezza..
Adoro Gaia sapendo che oltretutto non è svogliata, mentre un poco la mia pigrizia l’ ha presa..
Adoro la vita che in estate si amplifica, si vive a 360°.. detesto me stessa che non la sfrutto fino in fondo.. che a volte ne ho paura..

Pubblicato in Senza categoria | 14 commenti

buona pasqua…

VI AUGURO PACE, GIOIA, SERENITA’ NEL CUORE..E NELLA VITA!

LA PASQUA DOVREBBE DONARE QUESTO A TUTTI NOI

CHE SIAMO STATI SALVATI DA DIO, PER MEZZO DI SUO FIGLIO, GESU’…

UN FORTE ABBRACCIO A TUTTI VOI, AMICI MIEI E ALLE VOSTRE FAMIGLIE♥

Pubblicato in Senza categoria | 16 commenti

Solo per sfogarmi un poco..

Lo sò che son cose già dette, trite e ritrite..però quando ci si passa, beh, fanno male lo stesso! Mi rituffo nel vecchio discorso che poi porta al detto: “Meglio soli che male accompagnati”..etc etc..
Insomma, è sempre nei momenti un po’ più bui e tristi che a uno gli tocca fare pulizia di Primavera tra gli amici! Si..proprio così!
Perchè poi uno, non è che si cerchi le tristezze, le sfighe o gli accadimenti storti solo per far ciò, anzi! Però poi quando succede che hai bisogno di una spalla  su cui piangere(?), diventano tutte spalle chine sulle proprie vite! E per te non ha più tempo nessuno!
E si che io sono una che poi non le và nemmeno a cercare le spalle, sapeste quante volte mi hanno trovato a dire o mi hanno ripresa, perchè ci si deve sfogare, non si deve tenere tutto dentro che poi si scoppia, e via dicendo! Magari anche le stesse persone che si dileguano quando vorrei provare a dire, ad esternare!
Resta comunque il fatto che in certi momenti nemmeno si avrebbe voglia di stare a spulciare tra gli amici..o che si credevano tali, per eliminarli dalla propria esistenza! Eppure và proprio così! Forse che lo fanno per farmi distrarre? Chissà, a questa teoria non avevo pensato! 😉
Bene, mi è tornato anche un po’ di buon umore..che non gusta, così spulcerò, ma con più ritmo e velocità!
Ci sono poi le persone che non ti frega nulla di evitare di salutare, tanto appena le conosci, ma ti colpiscono per la completa ignoranza con cui agiscono! Non sono una cima, lo avrete già capito! Non voglio insegnare nulla a nessuno e nemmeno ho mai letto il galateo!
Penso però che se ad esempio si và ad un funerale, per quanto nella vita ci si incontri poco o nulla, ma ci si conosce, solo per il fatto di esserti presentato, una stretta di mano la puoi dare ad ogni parente..o no? Sapeste quante persone si sono presentate al funerale della mia nonna, che purtroppo non è più con noi da una settimana, e nemmeno ci hanno sorriso, e uno si chiede: “che sei venuto a fare? A curiosare?” Certo, erano alcuni un pò più amici del fratello di mia mamma, ma che comunque ci conoscono..e come dicevo, solo un gesto di educazione..
Proprio ieri invece ero sottocasa di mia mamma, la stavo salutando dopo averla riaccompagnata a casa, eravamo ancora l’ una accanto all’ altra e esce dal portone una coppia di suoi vicini..il marito sale in auto mentre la moglie ci si avvicina, mi volta allegramente le spalle e fà le condoglianze solo ed esclusivamente a mia mamma! A quel punto, io l’ avevo già salutata, me ne salgo sulla mia macchinina..aspetto che si tolga di mezzo la simpatica personcina e poi mi accosto a mia mamma, apro il finestrino e le faccio le condoglianze anche io! Del resto lei ha perso una mamma, mica io una nonna..eh, che c’ entro?
A questo punto cosa se ne può pensare della gente? Piccolo appunto.. una delle grigie personcine che non ha fatto le condoglianze in chiesa alla sfera famigliare composta da mia mamma e discendenti è stata la figlia dei tizi sopra nominati! Tutto torna! E resta che hanno perso completamente la mia stima! Non se ne faranno nulla, loro, ma io imparo a conoscere le persone e credetemi, può far male! Ma devo imparare a fregarmene..per vivere meglio! Come dicevo nel titolo, solo due righe per sfogarmi un pò!
E a voi che mi leggete e voglio bene, lascio il mio abbraccio e il mio sorriso!
Con affetto, Sabry♥

P.S. com’ è che si dice? a furia di tirare la corda, prima o poi si spezza! 😉

Pubblicato in Senza categoria | 12 commenti

BUON 150° COMPLEANNO ITALIA!!!♥

http://www.youtube.com/watch?v=fqTSWch2s7Y

Pubblicato in Senza categoria | 10 commenti

La Moratti ha finito il sale

Questo è un pezzo tratto dall’ ultimo libro di Luciana Littizzetto, “I dolori del giovane walter”.
Titolo del capitolo: “La Moratti ha finito il sale”

Anche l’ anno scorso, come ogni anno, è arrivata la neve.
Non era qualcuno che scuoteva il pandoro dal balcone. Peccato che siano partiti degli emboli che neanche fosse scesa dal cielo l’ Apocalisse. Tutti a gridare:”Emergenza, emergenza..”. Emergenza una mazza. Nevica. Dovremmo essere contenti. Vuol dire che la Terra ha ancora qualcosa di normale. Invece è scoppiato un macello. Tutti a mettere in croce il povero Chiampa e la povera Moratti, che anima santa. Aveva poco sale. Anche a me capita. Tra l’ altro, è successo perchè l’ aveva prestato a Chiamparino. Gliel’ ha dato e perciò a Milano sono rimasti senza. Quando si è accorta che nevicava forte si è messa persino a dissalare le acciughe che aveva preso a Spotorno ma non è bastato… Lety, guarda, sei stata ben gentile a darci il sale. Siamo in debito. Quando hai bisogno di due uova per fare la maionese suona pure da me. Comunque è strano. La neve nelle favole rende tutti più buoni, e invece eran tutti isterici, sembrava fossero scesi dal cielo trenta centimetri di cocaina. Una lagna senza fine. “Eh, ma facciam fatica a camminare…” Certo che se ti metti i tacchi per far la figa, facile che vai lunga e tirata. Mettiti dei bei scarponcini come le pastorelle di Fatima, vedi che stai in piedi… la figa la fai quando i giardini di marzo si vestono di nuovi colori, deficiente. “Eh, ma ci sono i marciapiedi pieni. E il Comune che fà?” E che fa? Fa passare gli spazzaneve, ma sulle strade. Non è che li fa passare sui marciapiedi, se no portano via anche i citofoni… Uno gentilmente prende la pala, si leva la neve dal marciapiede di casa sua e non rompe i maroni al sindaco. La pulizia del marciapiede spetta ai proprietari degli stabili, quindi spalati la neve davanti al tuo portone e falla finita! Se lo fanno tutti poi vedi com’ è più facile camminare…
“Eh, ma dovevano chiudere le scuole!” Probabilmente si. Però se non ce la fai a portare tuo figlio a scuola, tienilo a casa. E’ un ragionamento difficilissimo? Non credo.
“Nevica. E con l’ autobus c’ ho messo mezz’ ora di più.” Ed è colpa della Moratti? Cosa deve fare ‘sta disgraziata? Correre a raccogliere i fiocchi con la lingua di fuori? O magari con le chiappe, facendosi tirare per le caviglie, come si fa in spiaggia per fare la pista per le biglie? Non è che è nevicato solo per te. E’ nevicato per tutti. Avran tutti dei casini… pazienza… Se arrivi in ritardo Brunetta stà volta chiuderà un occhio.
“Dovevano mettere più autobus…” Certo. Chiampa adesso compera venti bus in più, li tiene in garage e li tira fuori solo quando nevica. Per te. C’ è scritto nel bilancio comunale. Venti autobus in più per quella lì che si lamenta. Ma tira fuori il tuo SUV e sparisci. Si chiama fuoristrada no? Allora per una volta usalo per quel che è, che sei sempre lì a intasare in doppia fila davanti alla scuola col tuo autoblindo. Insomma. Quando nevica gli unici contenti sono i bambini e i cani. I bambini che si tirano le palle di neve e i cani che fan la cacca sul pulito. E poi, dopo qualche giorno, quando i bambini si tirano le palle di neve con dentro la cacca dei cani, la festa è bell’ e finita. 

Pubblicato in Senza categoria | 14 commenti